Domenica 25 giugno si è festeggiata in tutti i porti del mondo la Giornata del Marittimo. Una giornata dedicata alla gente di mare, a coloro da cui dipende il trasporto del 95% dei beni in tutto il mondo e che sbarcano nei porti senza poter accedere al Paese perché non sono dotati di visto.
Si tratta pertanto di lavoratori che vivono in condizioni difficili, spesso sconosciute: elevati carichi di lavoro, lunghi periodi lontano dalla famiglia e dagli amici con limitata possibilità di comunicare per settimane e difficoltà nell’ottenere periodi di congedo.
In particolare i vertici di Autorità di Sistema Portuale di Venezia, della Capitaneria di Porto e di Stella Maris’ Friends hanno effettuato un tradizionale “ship visiting” salendo a bordo delle navi “Teal Bay” e “APL New Jersey”.

*Articolo tratto dalla testata Gente Veneta.