Aggiornare costantemente la mappa globale delle correnti oceaniche per una navigazione più sicura. È l’obiettivo del progetto Globcurrent sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa). Si tratta di un sistema che analizza i dati sulle correnti marine raccolti dai satelliti negli ultimi 24 mesi per fornire indicazioni alle navi da trasporto, riducendo così costi, tempi e soprattutto le emissioni di gas serra.

Le principali compagnie di trasporto marittimo studiano quotidianamente le correnti, cercando di prevederne l’evoluzione, per sfruttare al massimo i movimenti delle acque ma non sempre le previsioni sono molto accurate. Per questo l’Esa ha sviluppato un progetto per mettere a disposizione i dati da satellite relativi all’altezza dei mari, temperatura, vento e forza di gravità. I dati possono essere integrati nei sistemi per le previsioni e consentire maggiore precisione.

* Articolo tratto dalla testata “Informazioni Marittime Napoli”.