Il sistema è autorizzato per la tenuta di corsi per la certificazione di:

Osservatore RADAR NORMALE – RADAR ARPA – ARPA SAR / Implementato  ECDIS

Recentemente rinnovato  presso la Tema Safety & Training S.r.l., il laboratorio riproduce fedelmente l’ambiente nautico  di una nave e permette di simulare in modo straordinariamente realistico le diverse condizioni di navigazione, consentendo di esercitarsi nelle procedure più delicate, come  la tenuta della rotta, le manovre di entrata e uscita dai porti, manovre anti collisione, di intervento in caso di sinistro in mare ed operazioni di ricerca e soccorso in dieci scenari a maggiore traffico mondiale.

Grazie alle più sofisticate tecnologie, è possibile simulare:

  • un ambiente operativo in tempo reale con tutta la strumentazione nautica di bordo, uno scenario realistico ottico diurno e notturno in grado di gestire tutte le condizioni meteo marine;
  • la dinamica della nave in bassi fondali e in canali stretti;
  • la predisposizione delle procedure di ricerca e salvataggio ;
  • l’addestramento all’uso del Radar e dei sistemi di acquisizione e calcolo automatico(ARPA) per supporto nell’ anti collisione;
  • l’addestramento all’uso del sistema elettronico di navigazione cartografia (ECDIS);
  • l’addestramento all’uso dei sistemi di rivelazione  e identificazione automatici (AIS – SART).

La Tema Safety & Training dispone, dunque,  di un sistema intelligente che, interagendo con l’ambiente, consente l’analisi e l’interpretazione dei dati, nonché l’acquisizione di norme comportamentali relative ai diversi contesti.

Il sistema installato:

  • è in grado di soddisfare gli obiettivi specifici dell’addestramento e dell’ eventuale certificazione così come previsto dalla normativa STCW 78-95;
  • è in grado di simulare le capacità operative delle apparecchiature di bordo ad un livello di realismo adeguato agli obiettivi includendo le capacità operative, le limitazioni ed i possibili errori di tali apparecchiature;
  • offre un sufficiente realismo ambientale che permette all’allievo di dimostrare la sua abilità in relazione agli obiettivi;
  • fornisce un’interfaccia per mezzo della quale l’allievo può interagire con l’apparecchiatura e l’ambiente simulati;
  • fornisce un ambiente operativo controllato capace di riprodurre varie condizioni, che possono includere situazioni di emergenza, situazioni pericolose o inusuali relative agli obiettivi dell’addestramento;
  • permette all’Istruttore di controllare, monitorare e registrare gli esercizi per il successivo commento e, in caso di utilizzo del simulatore per la certificazione, e mette a disposizione dell’esaminatore una effettiva e documentata valutazione delle prestazioni degli allievi.
Composizione della struttura:
  • N.6  postazioni Allievo ciascuna dotata di un indicatore radar, un indicatore ECDIS, una stazione di comando per la visione esterna e la manovra della nave;
  • Postazione dell’Istruttore da dove il Docente predispone tutti gli esercizi a diversi gradi di difficoltà secondo la sua esperienza;
  • Un sistema di visione esterna su tre maxi-schermi con il punto di vista posizionabile su ogni unità mobile  dello scenario o in qualsiasi punto geografico;
  • Programma di registrazione di tutte le esercitazioni svolte per la discussione e valutazione dell’attività di ogni partecipante;
  • Un indicatore di radar reale basato sulle ultime tecnologie digitali.
Normativa:

Questo impianto è conforme alle raccomandazioni IMO ed alle regole dell’ STCW’95, verso la formazione del personale, e permette di espletare tutte le funzioni didattiche ed esigenze di integrazione sinergica con il mondo del lavoro e con le realtà presenti nel territorio legate al settore della nautica (diporto, marineria mercantile, pesca, cantieristica ecc..).

Pertanto il sistema è idoneo all’addestramento, la formazione e la certificazione del personale navigante, secondo le raccomandazioni dell’IMO, delle norme dettate dall’STCW ’95, dal SOLAS e dei Decreti Ministeriali in vigore.

“Si tratta di  una strumentazione fondamentale per garantire la formazione del personale marittimo,  commenta il comandante  Petrera, elevandola ai previsti standard internazionali e per garantire le migliori condizioni possibili per la sicurezza della navigazione,  salvaguardia della vita umana in mare e dell’ambiente “.

Il sistema è autorizzato per la tenuta di corsi per la certificazione di:

Osservatore RADAR NORMALE – RADAR ARPA – ARPA SAR / Implementato  ECDIS

Recentemente rinnovato  presso la Tema Safety & Training S.r.l., il laboratorio riproduce fedelmente l’ambiente nautico  di una nave e permette di simulare in modo straordinariamente realistico le diverse condizioni di navigazione, consentendo di esercitarsi nelle procedure più delicate, come  la tenuta della rotta, le manovre di entrata e uscita dai porti, manovre anti collisione, di intervento in caso di sinistro in mare ed operazioni di ricerca e soccorso in dieci scenari a maggiore traffico mondiale.

Grazie alle più sofisticate tecnologie, è possibile simulare:

  • un ambiente operativo in tempo reale con tutta la strumentazione nautica di bordo, uno scenario realistico ottico diurno e notturno in grado di gestire tutte le condizioni meteo marine;
  • la dinamica della nave in bassi fondali e in canali stretti;
  • la predisposizione delle procedure di ricerca e salvataggio ;
  • l’addestramento all’uso del Radar e dei sistemi di acquisizione e calcolo automatico(ARPA) per supporto nell’ anti collisione;
  • l’addestramento all’uso del sistema elettronico di navigazione cartografia (ECDIS);
  • l’addestramento all’uso dei sistemi di rivelazione  e identificazione automatici (AIS – SART).

Una risorsa ad altissima tecnologia per la formazione del personale marittimo.

La Tema Safety & Training dispone, dunque,  di un sistema intelligente che, interagendo con l’ambiente, consente l’analisi e l’interpretazione dei dati, nonché l’acquisizione di norme comportamentali relative ai diversi contesti.

Il sistema installato:

  • è in grado di soddisfare gli obiettivi specifici dell’addestramento e dell’ eventuale certificazione così come previsto dalla normativa STCW 78-95;
  • è in grado di simulare le capacità operative delle apparecchiature di bordo ad un livello di realismo adeguato agli obiettivi includendo le capacità operative, le limitazioni ed i possibili errori di tali apparecchiature;
  • offre un sufficiente realismo ambientale che permette all’allievo di dimostrare la sua abilità in relazione agli obiettivi;
  • fornisce un’interfaccia per mezzo della quale l’allievo può interagire con l’apparecchiatura e l’ambiente simulati;
  • fornisce un ambiente operativo controllato capace di riprodurre varie condizioni, che possono includere situazioni di emergenza, situazioni pericolose o inusuali relative agli obiettivi dell’addestramento;
  • permette all’Istruttore di controllare, monitorare e registrare gli esercizi per il successivo commento e, in caso di utilizzo del simulatore per la certificazione, e mette a disposizione dell’esaminatore una effettiva e documentata valutazione delle prestazioni degli allievi.
Composizione della struttura:
  • N.6  postazioni Allievo ciascuna dotata di un indicatore radar, un indicatore ECDIS, una stazione di comando per la visione esterna e la manovra della nave;
  • Postazione dell’Istruttore da dove il Docente predispone tutti gli esercizi a diversi gradi di difficoltà secondo la sua esperienza;
  • Un sistema di visione esterna su tre maxi-schermi con il punto di vista posizionabile su ogni unità mobile  dello scenario o in qualsiasi punto geografico;
  • Programma di registrazione di tutte le esercitazioni svolte per la discussione e valutazione dell’attività di ogni partecipante;
  • Un indicatore di radar reale basato sulle ultime tecnologie digitali.
Normativa:

Questo impianto è conforme alle raccomandazioni IMO ed alle regole dell’ STCW’95, verso la formazione del personale, e permette di espletare tutte le funzioni didattiche ed esigenze di integrazione sinergica con il mondo del lavoro e con le realtà presenti nel territorio legate al settore della nautica (diporto, marineria mercantile, pesca, cantieristica ecc..).

Pertanto il sistema è idoneo all’addestramento, la formazione e la certificazione del personale navigante, secondo le raccomandazioni dell’IMO, delle norme dettate dall’STCW ’95, dal SOLAS e dei Decreti Ministeriali in vigore.

“Si tratta di  una strumentazione fondamentale per garantire la formazione del personale marittimo,  commenta il comandante  Petrera, elevandola ai previsti standard internazionali e per garantire le migliori condizioni possibili per la sicurezza della navigazione,  salvaguardia della vita umana in mare e dell’ambiente “.